iref-fr

gold

az-franch

desita

PGA

ADERIRE AD IREF ITALIA…

Alcune ricerche sul nuovo ruolo delle associazioni di categoria hanno mostrato risultati basati su concetti quali assistenza, rappresentanza, sviluppo competitivo degli associati, organizzazione di servizi, ecc.. Si tratta delle più tipiche attività delle associazioni da leggere ed applicare in una chiave più moderna e attuale. “Il codice simbolico emergente dell’associazionismo non è più quello della ‘rappresentanza’ (come nel corporativismo medievale o nelle forme a esso ispirate), e neppure quello della ‘partecipazione’, che ha a lungo incarnato il senso dell’associazionismo nella modernità. Nelle società cosiddette postmoderne, a elevata complessità, le associazioni seguono un nuovo codice simbolico: quello della produzione o costruzione sociale di nuove autonomie sociali” (Pierpaolo Donati e Diana Vincenzi Amato – Enciclopedia delle scienze sociali, 1991). Ma tra le varie funzioni, ruoli e definizioni che è possibile attribuire alle associazioni di categoria, IREF ITALIA ritiene che quella di “favorire il contatto diretto tra gli associati fornendo loro la possibilità di confrontarsi partecipando in maniera significativa alla predisposizione di servizi sempre più rispondenti alle reali necessità del settore di appartenenza”, sia la più importante e attualmente anche rara. Una associazione di carattere e ad impostazione orizzontale e ad alta condivisione a discapito di una impostazione verticistica e di pura rappresentanza “anonima”.

Perchè aderire a IREF ITALIA

Aderire a IREF ITALIA significa avere una ben precisa visione del settore delle reti e di tutto il comparto del commercio organizzato indipendente a rete.

Una visione con almeno i seguenti obiettivi:

  • far aderire solo “sani operatori del franchising e degli altri sistemi a rete” i quali hanno tutto l’interesse affinché nella loro associazione non aderisca chi opera in franchising o altra forma di rete solo in modo formale, cioè, ad esempio, denominandosi formalmente “franchising” senza esserlo nella sostanza per assenza dei requisiti essenziali.

Ecco perché IREF ITALIA, per l’iscrizione all’associazione, non chiede soltanto il deposito del contratto, ma anche l’indice del Manuale Operativo (o elenco e indici dei Manuali), una descrizione del programma formativo per gli aderenti alla rete e della tipologia di assistenza (iniziale e continuativa) fornita agli stessi ed altre informazioni idonee allo scopo.

  • far aderire anche coloro che offrono servizi (“Associati Accreditati”) non solo sulla base di curricula o di svolgimento di attività passate o di altri criteri più o meno “oggettivi” (come accade in altri contesti associativi).

Gli Associati Accreditati avranno necessità di presentare, all’atto della domanda di adesione, una specifica convenzione che offra vantaggiosi, concreti e tangibili servizi agli Associati. Tale convenzione sarà sottoposta all’analisi degli Organi Associativi competenti che sono composti da tutti gli operatori del franchising, del partenariato e degli altri sistemi a rete i quali, proprio con tale collegialità, potranno effettivamente valutare i reali vantaggi di tale convenzione. Questo perché, pur in assenza di attività passate svolte a favore di operatori del settore (che saranno comunque richieste), un potenziale “Associato Accreditato” potrebbe apportare comunque situazioni di vantaggio per gli stessi operatori e il solo criterio del “buon curricula” potrebbe impedire l’ottenimento di tali vantaggi.

  • il complesso, la quantità, ma soprattutto, la qualità dei servizi che giungerà da tale sistema reticolare in abbinamento alla gestione dell’associazione condivisa tra i players del settore con il loro diretto coinvolgimento, è e sarà sempre un elemento di assoluto gradimento ed apprezzamento da parte degli stessi players perché rispecchia le modalità operative e gestionali delle più importanti reti di partenariato e franchising.

I servizi direttamente usufruibili da tutti gli Associati (approfondimenti “Attività e Servizi), sono curati dagli “Associati Accreditati” IREF ITALIA e da soggetti esterni convenzionati (“Partners”) con l’Associazione e possono anche essere svolti con modalità combinata attraverso la creazione di gruppi di lavoro composti da più professionalità da dedicare alle singole esigenze dei richiedenti tali servizi (scarica i profili degli Associati Accreditati e dei Partners di IREF ITALIA).

Cosa include l’adesione a IREF ITALIA

Oltre a quanto espressamente previsto dalle singole convenzioni sottoscritte con gli Associati Accreditati in tema di specifica consulenza ed assistenza richiesta, tutti gli Associati IREF ITALIA hanno gratuitamente diritto a:

Chi può aderire a IREF ITALIA

Rinviando a maggiori dettagli riportati nella pagina “Categorie Associati“, in estrema sintesi possono aderire a IREF ITALIA:

  • tutti i titolari di rete commerciale (franchisor, titolari concedenti di marchi, partner principali, consorzi, cooperative, GEIE, reti di vendita, joint venture, ecc.) operanti sotto la medesima insegna;
  • tutti i titolari di catene che gestiscono i propri network in totale gestione diretta;
  • gli aderenti alla reti commerciali (franchisee, licenziatari, partner, aderenti a consorzi, cooperative, intermediari, ecc.);
  • i potenziali titolari di reti commerciali o i potenziali aderenti a reti commerciali;
  • fornitori di servizi e consulenze specialistiche.

Come diventare Associato IREF ITALIA

Prima di aderire, IREF ITALIA preferisce che coloro i quali sono interessati all’adesione analizzino e valutino la documentazione verificando anche se la stessa è coerente con quanto espresso nel sito o nelle parole dei suoi incaricati e/o rappresentanti e se è coincidente con i valori che i soggetti interessati all’adesione ritengono di possedere.

Per questo invitiamo a verificare la categoria di appartenenza dalla pagina “Categorie Associati” e, successivamente, a contattarci compilando l’apposito form di richiesta di adesione scegliendo le opzioni di interesse.